Azienda

Chi siamo

La Fa.Ma ha sempre prestato la massima attenzione all’ innovazione e il miglioramento dei suoi prodotti. Nel 2001 viene premiata dall’Unione Costruttori Macchine Agricole con il riconoscimento di novità tecnica per la costruzione di una piattaforma elevabile abbinata alla trattrice.novità tecnica 2001.jpeg

Nel 2007 brevetta una sfogliatrice di nuova generazione con un sistema di aspirazione delle foglie sia in periodo di invaiatura che prevendemmia.

Nel 2010 porta a termine un progetto in collaborazione con ENAMA (Ente Nazionale Meccanizzazione Agricola), D.I.A. Università di Catania (Dipartimento Ingegneria Agraria) e CRA-ING. Sez. di Treviglio (Unità di Ricerca per l‘Ingegneria Agraria).

Coccarda ITA SEGNAL.jpgNel 2014 la FEDER UNACOMA riconosce alla Fa.Ma Segnalazione EIMA 2014 per la realizzazione dell’apparato di cimatura per filari a finestre.
Il progetto nasce dalla collaborazione con l’Istituto Agraria S.Michele all’Adige ed in particolare con il Dr. Dorigoni Alberto inventore del sistema brevettato a finestre.

Grazie alla sua esperienza frutto di tanti anni di prove e dall’aiuto di validi collaboratori si distingue tra le migliori aziende d’Italia nel campo delle viticulture e frutticulture.

Fama Pruning - Azienda

Diffusione

Siamo in grado di commercializzare le nostre macchine in tutto il mondo.

Fama Pruning - Organizzazione

La nostra storia

La FA.MA. (Fabbrica Macchine Agricole) nasce nel 1969 come piccola officina di accessori agricoli, fondata da Marigonda Guido, Colombarolli Luciana e Dino.

Durante gli anni 70-80 si occupa principalmente di attrezzature per mietitrebbia; apparecchi di aspirazione bidirezionale per eliminare la polvere dal posto di guida della mietitrebbia.

Negli anni 80 la FA.MA. inizia l’esperienza nel campo della potatura di frutteti e vigneti; prima con forbici oleodinamiche successivamente con la collaborazione della SAF (Società Agricola Forestale), viene messo a punto un sollevatore idraulico per la potatura di pioppi.

Negli anni seguenti continua l’esperienza nei vari campi della frutticoltura e viticultura, dove nel 1987 viene sperimentata una prepotatrice a barre falcianti applicata al sollevatore del trattoree di una prepotatrice per vigneti.

Nel 1992, a causa di terribili eventi, il figlio Gino, da qualche anno inserito nell’azienda, prosegue l’attività del padre e, con validi collaboratori, porta a frutto il lavoro svolto negli anni precedenti.